english version

19/09/11

L' ultimo viaggio astrale.

Foto presa qui


Finalmente dopo tanti mesi ho fatto un riposino pomeridiano.
Non e' facile conciliare la vita di tutti i giorni con la necessità di avere un piccolo spazio dove poter sperimentare i viaggi astrali.
Come ho gia' scritto da qualche parte... non riesco ad uscire la notte, forse per timore oppure per stanchezza, e' raro che riesca a proseguire oltre la mia stanza da letto. Delle volte mi fermo addirittura alle vibrazioni, le interrompo e continuo a dormire. Di prima mattina da quando la sveglia e' puntata alle sei non riesco a fare niente...ho la testa troppo presa dalla sveglia che sta per suonare. Ho bisogno di relax e non ne ho piu' avuto.
Ieri me lo sono ricavato. Alle due del pomeriggio sono andata a letto. Solo mezzora, non di piu' ma e' stata sufficiente.
Appena sono arrivate le vibrazioni le ho lasciate andare, il corpo ne era scosso. Ero al buio. Ho pensato di provare a vedere ma aprivo gli occhi interrompendo la vibrazione. COsi' ho lasciato correre il buio ed ho avuto comunque l' impressione di sollevarmi e di andare verso la finestra. Li' finalmente ho iniziato a vedere. La finestra della mia casa mi ha regalato un panorama magnifico, lo so l' ho creato io, ma valeva la pena viverlo.
Davanti a me si perdevano collide di verde smeraldo magnifico. Ho deciso di volare al di sopra per vedere meglio. Mi sono mossa pianissimo, come fossi su una nave, e finalmente ho provato la sensazione di essere totalmente libera. Vedevo tutto e sentivo tutto contemporaneamente. NOn ho pensato a nessuna ombra, o altro. Ero nel totale vuoto mentale, felicissima di quello che mi si parava davanti. Poi e' entrato mio marito... io ero lontana ma il corpo era li' che dormivo ed ho sentito che mi stava chiamando. SOno tornata lentamente, ho cercato di aderire al corpo ma ondeggiavo un po'...alla fine una volta dentro ho aperto gli occhi: "Dimmi..." gli ho detto.
Se solo sapesse dove mi ero cacciata....

14/09/11

La luna

Qualche giorno fa la luna piena ha dato il meglio di se'.
Aveva un alone molto particolare di un colore tendente al rosso ed era immersa in un cielo stellato limpido e chiaro. Ho cosi' pensato che quella notte era ideale per meditare all' aperto. Dopo aver scelto un luogo solitario mi sono creata un giaciglio comodo e seduta su di esso in ginocchio. Ho iniziato a fare il vuoto mentale lasciando che la respirazione mi conducesse nel profondo.
Per un po' sono andata avanti cosi', ma non ho visto colori o auree che sfavillavano dentro i miei occhi chiusi. Stavo per smettere quando ho deciso di aprire gli occhi e di osservare la luna come fosse la fiamma di una candela.
Ad un tratto ho avuto la sensazione forte di essere espansa e di far parte del pianeta. E poi, cosa buffa, di essere guardata da me stessa che nel frattempo era la luna. Non sapendo piu' chi guardava chi ho cercato di centrarmi ancora di piu' e di sfuocare lo sguardo. Volevo tornare a percepire le cose normalmente. Invece i miei occhi hanno iniziato a vedere i colori. Prima il rosso, poi il giallo, infine le lune sono diventate tre e due si allontanavano dal centro con estrema velocita'. Erano i miei occhi stanchi. Ma e' stata comunque una nuova esperienza che potrebbe incuriosire molti. Certo spiegare le sensazioni e' sempre molto difficile.
Un' altra particolarità dell' esperienza e' stato il corpo. Non lo sentivo. QUando pero' ho provato ad alzarmi da quella posizione...ahime' sono arrivati i dolori alle gambe e i piedi erano come morti.
Ho meditato un' ora in ginocchio senza nemmeno essermi accorta del tempo che passava. La luna mi ha fatto compagnia. NOn esisteva altro.
Bello...da provare.
Loading...

La natura siamo noi

La natura siamo noi
proteggiamola

Acqua come fonte di vita

Acqua come fonte di vita
..non mi sprecare..

Banner piuma

Create your own banner at mybannermaker.com!

link banner sesto senso

Create your own banner at mybannermaker.com!

orb molto bello

Cerca nel blog